Principali tappe della carriera artistica del cantante d'opera
Antonio Sabellico - basso -

Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

GAND / GENT (Belgio)
Data Teatro Opera Autore Personaggio Num.
rappr.
Note
dal 4 ott. 1908
al 23 feb. 1909
GRAND THEATRE Opere varie     52  

Nel Teatro di Gand (o Gent) Antonio Sabellico partecipa a ben 52 rappresentazioni nel periodo dal 4 ottobre 1908 al 23 febbraio 1909.

Tra esse, sabato 12 dicembre 1808 la Società Francese di Beneficenza organizza una Serata di Gala con l'esecuzione de "Il Barbiere di Siviglia", nel quale il Sabellico interpreta la parte di Don Basile. L'opera viene intervallata da altri canti, tra i quali sempre il Sabellico interpreta arie dal "Salvator Rosa" di Gomes e dal "Don Carlos" di Verdi. Nel programma di sala Antonio Sabellico viene indicato come proveniente "de la Scala de Milan".

Sabato 16 gennaio 1909 il Corpo Consolare di Gand organizza una Festa di Beneficenza per raccogliere fondi in favore dei terremotati della Calabria e della Sicilia, colpite dal disastroso terremoto del precedente 28 dicembre, in cui morirono 80.000 abitanti di Messina e 15.000 di Reggio Calabria, oltre a quelli degli altri paesi vicini. A Messina soltanto il 2% degli edifici non rimase danneggiato. Alla serata di solidarietà tutti gli artisti partecipano gratuitamente, eseguendo alcuni atti di diverse opere. Tra essi il Sabellico interpreta ancora una volta "Il Barbiere di Siviglia" (del quale si eseguono il 3' e 4' atto) oltre ad arie da "L'Ebreo" di Apollini e dal "Simon Boccanegra" di Verdi.


Foto con scritta autografa:
"Ricordo di Antonio Sabellico Gand 22.2.909"


Per le notizie di questa pagina si ringraziano:
Carlo Marinelli Roscioni - Roma
I funzionari dell'Archivio Comunale di Gent
Antonella Monti (per la pazienza dimostrata)

Ultima revisione: 10 settembre 2014
a cura di Maurizio Grande - Collepardo
© Vietata la riproduzione in qualsiasi forma


Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

Ritorno alla Pagina principale di Collepardo