Principali tappe della carriera artistica del cantante d'opera
Antonio Sabellico - basso -

Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

LA VALLETTA (Malta)
Data Teatro Opera Autore Personaggio Num.
rappr.
Note
dal 31 ott. 1918
al 3 giu. 1919
ROYAL Opere varie       Impresa De Lancelotti
dal 30 ott. 1919
al 30 apr. 1920
ROYAL Opere varie       Impresa De Lancelotti

Il primo teatro eretto a Malta, nella capitale La Valletta, fu il "Manoel". Inaugurato nel 1732 è attualmente il più antico teatro d'Europa ancora in uso nella costruzione originale.

Successivamente, a causa delle crescenti richieste di un pubblico sempre più numeroso, fu costruito il Teatro Reale.

Prima della Seconda Guerra Mondiale la piazza teatrale di Malta (i due teatri suddetti) rappresentava una delle tappe indispensabili alla carriera degli artisti principianti. Ma anche quelli già affermati consideravano molto prestigioso cantare in uno dei teatri maltesi.

Tra i numerosi e famosi artisti che si sono esibiti nel Teatro Reale di La Valletta, anche il ciociaro Licinio Refice (Patrica 1885 - Rio de Janeiro 1954), che come maestro d'orchesta diresse qui la sua opera sacra "Cecilia" (scritta nel 1934).

Antonio Sabellico ha cantato a Malta per due stagioni teatrali consecutive, quando ormai era giÓ al culmine della carriera. Era consuetudine che quando un impresario scritturava un cantante per un'intera stagione, egli era obbligato ad interpretare tutti i ruoli che l'impresario decideva di assegnargli, principali o secondari che fossero. Era inoltre obbligato a vivere a Malta per tutta la stagione, nell'alloggio che gli forniva l'impresario stesso.

  Licinio Refice
Licinio Refice


Per le notizie di questa pagina si ringraziano:
Carlo Marinelli Roscioni - Roma
Joseph Vella Bondin - Malta

Ultima revisione: 29 settembre 2005
a cura di Maurizio Grande - Collepardo
© Vietata la riproduzione in qualsiasi forma


Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

Ritorno alla Pagina principale di Collepardo