Principali tappe della carriera artistica del cantante d'opera
Antonio Sabellico - basso -

Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

PARMA
Data Teatro Opera Autore Personaggio Num.
rappr.
Note
28 dic. 1898 REGIO MEFISTOFELE A. BOITO protag. 4 Link 1 - Link 2
6 gen. 1899 REGIO LA RESURREZIONE DI LAZZARO L. PEROSI UN SERVO 3 Oratorio - Link 1 - Link 2
21 gen. 1899 REGIO OTELLO G. VERDI LODOVICO 12 Link 1 - Link 2
28 gen. 1899 REGIO I PURITANI V. BELLINI SIR GIORGIO 4 Link 1 - Link 2
4 feb. 1899 REGIO I PURITANI V. BELLINI SIR GIORGIO 1 Solo il 2' atto
10 feb. 1899 REGIO MEFISTOFELE A. BOITO protag. 1 Solo il Prologo

Il "Teatro Ducale" di Parma, inaugurato nel 1829, prese il nome di "Regio" nel 1848.

Le rappresentazioni eseguite dal Sabellico sono indicate nei siti:

  • Biblioteca comunale di Parma
  • Casa della musica

    La "prima" del Mefistofele si era tenuta il 26 dicembre 1898 e nella parte del protagonista era stato chiamato Leopoldo Spivacchini, che però non riscosse molto successo: la sua voce infatti, come dice "La Gazzetta di Parma" del giorno successivo, pur essendo "potente" era anche "prepotente, così che da essa egli non ha saputo trarre che scarsi effetti mentre d'altra parte gli ha nuociuto, come gli ha nuociuto, la pronuncia e la dizione poco felice."

    L'impresario teatrale decide quindi di cambiare e già dalla seconda rappresentazione fa cantare Antonio Sabellico. La differenza è subito evidente e il 29 dicembre lo stesso giornale scrive: "L'impresa ha avuto la fortuna di poter presentare in questa seconda rappresentazione nella veste del protagonista, un cantante di merito: il basso signor Antonio Sabellico. Al suo presentarsi nel prologo, l'abito, gli atteggiamenti, la bellissima voce e l'artistico fraseggiare lo fecero entrare nelle simpatie degli ascoltatori che lo applaudirono ripetutamente."

    Il 29 gennaio 1899, commentando l'esecuzione de "I Puritani" della sera precedente, ancora "La Gazzetta di Parma" nota che "Il baritono Moro e il basso Sabellico, nel 'suoni la tromba' - ed hanno tutti e due in questo duetto momenti felicissimi - riescono a farsi apprezzare così che molti richiedono il bis, per altro giustamente non concesso." Certamente il Sabellico è dotato di voce robusta, ma conosce bene i modi di controllarla, tanto che più avanti lo stesso articolo riporta: "Il basso Sabellico, che fece sfoggio della sua bella voce, mostrò anche in certi momenti di essere capace di convenientemente frenarla."

    Il 10 febbraio il Teatro Regio organizza una serata di beneficenza in favore dei poveri: viene programmata una esecuzione dell'"Otello", ma essa viene fatta precedere dal Prologo del "Mefistofele" in cui si esibiscono, insieme all'orchesta ufficiale, anche i giovani alunni del Conservatorio cittadino. Per questa occasione benefica diverse sono le manifestazioni di solidarietà: anche "il valente basso signor Sabellico dà cortesemente il suo concorso" e perfino la Società per l'illuminazione elettrica ne concede gratuitamente l'uso. Due giorni dopo sempre "La Gazzetta di Parma" scrive che quella serata "è riuscita artisticamente splendida e abbastanza bene finanziariamente...Ottimamente il basso Sabellico, che per voce, per azione, per portamento è un Mefistofele di merito e di valore non comune."

    Bibliografia:
    Valerio CERVETTI, Claudio DEL MONTE, Vincenzo SEGRETO, Teatro Regio Città di Parma. Cronologia degli spettacoli lirici 1929/1979, Grafiche Step Cooperativa Editrice, Parma, 1979

    Sito ufficiale: Teatro Regio di Parma

  •  


    Per le notizie di questa pagina si ringraziano:
    Carlo Marinelli Roscioni - Roma
    Gherardo Casaglia - Parigi - che cura l'Almanacco sulla rivista online Amadeus
    Roberto Spocci - Archivio storico comunale di Parma
    Maria Stella Carpi e Concetta Bertolotti - Emeroteca comunale di Parma

    Ultima revisione: 11 settembre 2014
    a cura di Maurizio Grande - Collepardo
    © Vietata la riproduzione in qualsiasi forma


    Cronologia rappresentazioni Elenco delle città Biografia di Antonio Sabellico

    Ritorno alla Pagina principale di Collepardo