Sito ufficiale del Comune www.collepardo.it: Home > Storia e personaggi
Comune di COLLEPARDO
(Frosinone) - Italia

L'ORSO PREISTORICO DI COLLEPARDO

Scoperte, nel territorio di Collepardo, le prime tracce di un rarissimo orso gigante, denominato Agriotherium (o "orso dal muso corto"), che si è estinto circa 2,6 milioni di anni fa.

Si tratta, in particolare, di un frammento di mandibola e di un'ulna destra.

Gli autori della scoperta sono un gruppo di ricercatori, tra i quali Luca Bellucci e Jacopo Conti dell'Università La Sapienza di Roma e Italo Biddittu, paleontologo ciociaro di fama mondiale.

  • Articolo del National Geographic del 17 settembre 2018;
  • Notizia sul sito dell'Università La Sapienza di Roma del 20 settembre 2018;
  • Articolo sull'Italian Journal of Geosciences.

    I ritrovamenti di ossa di Agriotherium sono molto rari e si sono verificati in prevalenza in America, Africa e Cina. In Europa, finora, ne erano stati effettuati solo quattro, in Spagna, Francia e Germania. Questo quindi è il primo ritrovamento in Italia e uno dei pochissimi in tutta Europa.

    Qui una ricostruzione dell'Orso Agriotherium di Collepardo (disegno di Dawid A. Iurino, dal sito del National Geographic):

     

    Il frammento di mandibola (b-c-d) è stato trovato all'interno di un blocco di travertino (a), insieme a ossa di altri animali (foto di Dawid A. Iurino, dal sito del National Geographic):

     

    Prendendo spunto da questa importante scoperta, il 6 aprile 2019 è stata organizzata a Collepardo una giornata archeo-paleontologica:


    da sinistra: Luca Bellucci e Jacopo Conti, ricercatori dell'Università La Sapienza di Roma;
    Giovanni Rondinara, presidente del GAL Ernici-Simbruini;
    Riccardo Copiz, presidente dell'associazione Sylvatica, con la rivista "Italian Journal of Geosciences" e copia della mandibola dell'orso;
    Italo Biddittu, paleontologo;
    Daniela Mancini, archeologa.

     

    -----
    A cura di Maurizio Grande

     


    Ritorno alla pagina principale di Collepardo o alla pagina Storia e personaggi.