Sito ufficiale del Comune www.collepardo.it: Home > Personaggi
Comune di COLLEPARDO
(Frosinone) - Italia

Personaggi:

Filippo Balbi

Filippo Balbi
(1806-1890)
con la sua famosa "Testa anatomica"

Filippo BALBI nasce a Napoli nel 1806 e, dopo aver studiato nell'Accademia di quella città, si trasferisce a Roma, dove si fa conoscere ed apprezzare nel mondo artistico. Nel 1844 gli viene commissionata la "Madonna della Cintura" per il Convento della Madonna della Neve a Frosinone.

Nel 1854 si reca per la prima volta nella Certosa di Trisulti (in Collepardo - FR); in seguito vi ritorna altre volte perché i certosini gli ordinano diversi lavori per la Chiesa, e finalmente nei primi mesi del 1859 vi rimane a dimorare stabilmente.

Numerose sono le opere che il Balbi lascia nella Certosa: dai grandi quadri della Chiesa alle più piccole lunette, dagli affreschi nella Farmacia, alle bizzarre opere scherzose. Qui dipinge anche la famosa "Testa anatomica" (1854), di cui ora rimane solo una copia (l'originale si trova nel Museo di Storia della Medicina dell'Università La Sapienza di Roma).

Nell'agosto del 1863 il Balbi si trasferisce nella vicina Alatri, pur continuando a recarsi a Trisulti fino al 1884, per eseguire altre opere.

Anche a Collepardo il pittore lascia una tela raffigurante l'"Immacolata Concezione" (1877), esposta precedentemente nella Chiesa della Consolazione e ora in una cappella della Chiesa parrocchiale del SS. Salvatore.

Filippo Balbi muore ad Alatri il 27 settembre 1890, a 84 anni.

Immacolata Concezione del Balbi
(Filippo Balbi - Immacolata Concezione - 1877)

-----
A cura di Maurizio Grande
© Vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Bibliografia:
S. Addeo, Ricordi di un vecchio pittore, 1894
A. Frusone, Filippo Balbi, 1990
A. Taglienti, La Certosa di Trisulti, 1979 e 1987

Ritorno alla pagina principale di Collepardo